Terre di Toscana: Piccolo borgo in Toscana vicino Firenze, Montaione e dintorni con il Sacro Monte di San Vivaldo.


Terre di Toscana


Terre di Toscana - Tuscany Book




Montaione

Piccolo borgo originario dell'età etrusca e romana famoso per il Sacro Monte di San Vivaldo

Piccolo borgo in Toscana nei dintorni di Firenze, estremamente accogliente, originario dei primi insediamenti all'età etrusca e romana.

La struttura è medioevale e si estende intorno al Castello di Montaione, antico forte del 1200 circondato da torri, con una piazza centrale dove si affacciano la chiesa di San Regolo e il Palazzo Pretorio.

Il territorio era già frequentato in epoca etrusca e romana, come testimoniano i ritrovamenti archeologici (necropoli e resti di fornaci presso Poggio all'Aglione, Bellafonte, Iano e Castelfalfi). Sotto Poggio all'Aglione sono presenti perfino resti di una villa romana con pavimenti a mosaico e una cisterna per l'acqua.

Inoltre l'oratorio di San Biagio, a circa 500 m dal paese, conserva una cripta paleocristiana.

Montaione è famoso perché si trova a pochi chilometri dal Sacro Monte di San Vivaldo, ovvero la riproduzione esatta in scala ridotta della Gerusalemme del XV secolo, per questo chiamato anche "La Gerusalemme della Toscana".

Montaione San Vivaldo Montaione San Vivaldo chiesa Montaione San Vivaldo cancello

INFORMAZIONI UTILI
- COMUNE DI MONTAIONE, piazza del Municipio 1
Centralino: 0571 6991
Ufficio informazioni turistiche: 0571 699255
- POLIZIA MUNICIPALE: 0571 699222
- CARABINIERI: 0571 69016
- VIGILI DEL FUOCO: 0571 64744
- GUARDIA MEDICA: 0571 69390
- UFFICIO POSTALE: 0571 698032
- FARMACIA: 0571 69046


CURIOSITÁ
il Convento e la Chiesa di San Vivaldo con il suo Sacro Monte vennero realizzati nel luogo della morte di Vivaldo Stricchi, sui resti della chiesa di Santa Maria a Camporena. Egli era figlio di una famiglia benestante di San Gimignano e trascorreva la sua vita all'insegna del lusso e degli sperperi finchè,frequentando Prete Bartolo, si convertì al Cristianesimo e ad una vita di penitenza e digiuno. Alcuni abitanti di Montaione ritrovarono il suo corpo il 1 maggio del 1320, nel cavo di un albero di castagno; decisero di seppellirlo sotto l'altare della Chiesa e di nominarlo santo Patrono di Montaione.

EVENTI
- LiberARTI, evento artistico e sociale orgnizzato dai giovani di Montaione

APPROFONDIMENTI
LiberARTI

> Se vuoi saperne di più sulla storia, gli eventi e cosa vedere a Montaione clicca qui!
> Agriturismi, Alberghi, Hotel, Case Vacanze e ogni Struttura Turistica di Montaione e la Toscana. Clicca qui!


COME ARRIVARE

Da Nord
Prendere l'autostrada del Sole A1, seguire la direzione La Spezia - Parma Ovest, continuare sull'autostrada A15 e seguire la direzione Genova - Livorno, proseguire sull'autostrada A12, uscire a Pisa e continuare su Strada Grande Comunicazione Firenze - Pisa - Livorno, a Cascina seguire la direzione Firenze, uscire a Santa Croce sull'Arno, attraversare Case Altini, La Serra, Corazzano, proseguire seguendo le indicazioni per entrare in Montaione.

Da Sud
Imboccare l'autostrada del Sole A1, uscire a Valdichiana/Bettolle/Sinalunga, proseguire sulla SS 327, continuare sul raccordo RA6 in direzione di Siena/Sinalunga, svoltare sul raccordo Siena-Bettolle, continuare aulla SS 73, a Riluogo prendere la SS 223 e poi svoltare sulla tangenziale Siena Ovest, continuare sulla superstrada Firenze-Siena, uscire in direzione Poggibonsi Nord, continuare sulla SS 429, attraversare Certaldo e poi seguire in direzione di Montaione.

Da Siena
Immettersi sulla superstrada Firenze-Siena direzione Firenze, uscire a Poggibonsi Nord, proseguire sulla SS 429, attraversare Certaldo e poi seguire in direzione di Montaione.

Da Firenze
Prendere la Superstrada Fi-Pi-Li direzione Livorno, uscire a Santa Croce sull'Arno, proseguire in direzione Montaione.